Le nostre destinazioni

twizz
Svizzera - Vacanze Twizz


Svizzera - Vacanze GayILa Svizzera, il paese degli svizzeri, il paese delle montagne, Heidi, la pecorella Fiocco di Neve, i campioni di sci, l’economia certo, le organizzazioni internazionali basate a Ginevra. La Svizzera, nei documenti ufficiali e sulle monete ancora detta Confederatio Helvetica, è un piccolo paese al centro dell’Europa, aggrappato alla catena montagnosa delle Alpi. Immagini? Cioccolato, orologi a cucù, banche, monti innevati e chalet decorati con fiori rossi… Il formaggio! chi non ha letto Asterix e gli Elvezi? Letteratura e arte: F. Dürenmatt, A. Giacometti, il Dadaismo a Zurigo, Niki de Saint Phalle, i grandi musei, le gallerie faraoniche Alptransit/Gottardo, la tecnologia di punta, l’amore per la natura. Caratteristica importante di questo Paese è l’aspetto della mediazione, del vivere insieme, culturalmente è molto comunitario, i giovani sono incoraggiati presto a lasciare la casa per vivere esperienze conviviali e di gruppo con i compagni.
Periodo vacanza
Dal al
Destinazione
Tipologia hotel
Camera
 
Bambini
2/12 anni
Bambini
0/1 anni
 
 
SpartacusWorld.com

In Svizzera non esiste nessuna forma di discriminazione manifesta nei confronti dell'omosessualità. L'età del consenso è di 16 anni, sia per eterosessuali sia per omosessuali. Tuttavia non esiste una legge antidiscriminazioni.

Dal 2007 è possibile per le coppie dello stesso sesso farsi registrare e quindi essere riconosciuti. Questa forma di riconoscimento fa sì che le suddette coppie godano quasi degli stessi diritti delle coppie sposate. Una legge del 2005, tuttavia, esclude queste coppie dal diritto di adozione e dai metodi di procreazione assistita. Nel 2011, la Svizzera, con una maggioranza conservatrice al Parlamento, ha respinto il tentativo di equiparazione del diritto di adozione omosessuale a quello eterosessuale.

In Svizzera molte persone vivono la loro omosessualità senza problemi, anche nelle zone un po' più di provincia. Oltre ad esserci molta tolleranza ci sono anche casi di aggressione a sfondo omofobo dei quali bisogna tener conto quando si va in zone di cruising all'aperto o quando si esce di notte.

La Svizzera è una meta turistica che ha da offre davvero tanto: dagli incontri ravvicinati con gli stambecchi sulle Alpi, alla sfrenata scena notturna dei party di Zurigo, Losanna e Ginevra. Da quando però le autorità hanno deciso di puntare tutto sul decoro e il buon costume Zurigo è diventata un po' più pudica. Alcune mete di turismo alpino hanno scoperto il turismo gay, pur tuttavia non offrendo una vera e propria gay life.

All'interno della Svizzera ci si può muovere comodamente in treno. La Svizzera non è una delle mete più economiche da visitare, tuttavia vale la pena visitarla, già solo per il fatto che raccoglie in una così piccola area geografica ben quattro diverse zone linguistiche e culturali (tedesca, francese, italiana e romancia). Il lago di Costanza e il lago di Ginevra sono due mondi a sé stanti, così come lo sono anche i tratti rotondeggianti dello Jura al nord e il Canton Ticino al sud, da dove si può già sentir l'odore del Mediterraneo.

Anche se la Svizzera si autocelebra sempre come caso particolare, si compiace di essere un'isola nell'Unione Europea e inasprisce continuamente le leggi contro l'immigrazione, bisogna comunque non sottovalutare la presenza di nuove culture, che è sì ovviamente collegata ai soliti problemi che ciò comporta, ma anche agli arricchimenti culturali e culinari: infatti, il salsicciotto arrostito del Cervelat (Volkswurst Cervelat) e la musica svizzera tradizionale (Ländlermusik) si trovano adesso in ben accetta concorrenza.

© Spartacus 2016 - www.spartacusworld.com